Tabacco

Tabacco: differenze tra tabacchi una piccola guida al mondo del tabacco per neofiti

Tabacco: differenza tra estratto e sintetico

Per tabacco organico intendiamo tabacchi estratti da matrice vegetale senza nessuna lavorazione e senza aggiunte di aromi artificiali.

Per tabacco sintetico intendiamo tabacchi che vengono prodotti attraverso processi di sintesi chimica, che ricrea in laboratorio le molecole aromatiche del tabacco.

Tabacco

Tabaccheria: Differenze tra le varie tipologie

Virginia:
Esistono due varietà di questo tabacco, il Bright Virginia e il Dark Virginia.
Il Bright Virginia, o più semplicemente Virginia, è un tabacco dalla foglia chiara, dal sapore delicato e tendente al dolce,
Il Virginia è la base per tantissime miscele, ma può essere utilizzato anche da solo e il suo gusto delicato vi accompagnerà per tutta la giornata senza stancare.

Burley:
Il Burley americano è un tabacco con pochissimi zuccheri e un alto contenuto di nicotina, è un tabacco robusto e ha la particolarità di “assorbire” facilmente gli aromi quindi ottimo nelle miscele.
E’ un tabacco curato “ad aria” ed estremamente versatile proprio per la sua capacità di assorbire e legare gli aromi: è l’ingrediente principale di tutte le miscele americane da sigaretta, è utilizzato in alcune miscele da pipa.

Cavendish:
Il Cavendish non è un tabacco ma una lavorazione dei tabacchi Virginia, Burley, Maryland o una miscela di queste tre varietà e lavorate secondo il metodo Cavendish.
La lavorazione Cavendish del tabacco consiste nel cuocere a vapore il tabacco per poi aromatizzarlo.
Questa lavorazione lo rende un tabacco dolce, dal gusto rotondo e molto sfaccettato.
Il Black Cavendish infine differisce dal normale Cavendish in quanto vengono utilizzati tabacchi più “pesanti” e lavorati in modo più massiccio, il risultato è un tabacco molto dolce, delicato e aromatico.

Kentucky:
Tabacco dal gusto unico, forte e deciso, appartiene alla classe “fire cured”.
Il Kentucky è la base del sigaro Toscano.

Latakia:
Prende il suo nome dalla città di Latakia in Siria dove originariamente era coltivato.
Oggi tutt i Latakia vengono coltiva a Cipro e la lavorazione è molto differente dall’originale Siriano. Il latakia è un “fire cured”.
Il suo gusto unico, affumicato, forte, con sentori di legni aromatici e spezie.
Per chi ama i sapori intensi è ottimo anche in purezza ma viene utilizzato anche in moltissime miscele.

Orientale:
I tabacchi orientali o turchi o levantini appartengono tutti alla classe dei sun-cured (curati al sole). Leggeri, di aroma e gusto erbaceo, speziato e delicato, coltivato principalmente in Grecia, Turchia e Macedonia.
E’ largamente utilizzato per dare note aromatiche alle miscele di tabacchi.
E’ svapabile in purezza ma le sue note sono molto più apprezzate nelle miscele.

Perique:
Tabacco atipico, è in origine un tipo di Burley.
Per contenere le foglie di Perique in macerazione si usano botti in precedenza usate per l’invecchiamento dei Bourbon.
Il prodotto finito ha un gusto fruttato, fermentato e speziato.

Maryland
Questo tabacco è coltivato principalmente in America nella zona da cui prende il nome ed appartiene, come il Burley, alla classe “air cured”, quindi curati ad aria.
Diversamente dal Burley ha un aroma ben più particolare e rotondo, quasi cremoso ed è tipicamente utilizzato nelle miscele americane da sigaretta al posto del Burley: le miscele così ottenute hanno un gusto molto più corposo e rotondo.

Queste sono alcune caratteristiche dei tabacchi “base” che possono essere miscelati insieme formando delle “mixture” dai sapori più o meno forti.

Se volete provare una delle migliori linee di tabacco organico potete acquistare i prodotti la Tabaccheria dal nostro sito SMO-KINGSHOP

Potrebbe interessarti anche questo articolo.

Lascia un commento

shares